Strumenti
23 mag 2012 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

Rilettura, riscrittura, revisione, correzione bozze.
Che piaccia o meno è LA FASE più importante del processo creativo, dalla email ai testi più impegnativi.
Il nuovo articolo di Annamaria Testa Questioni di metodo – Scrittura, rilettura e cucina dei carciofi spiega molto bene come e perché è obbligatorio rileggere i propri testi e limarli per renderli leggibili.
Un processo lungo e complesso come pulire i carciofi.

Cosa guardare in un testo durante la fase di rilettura?

  • errori di battitura
  • errori di ortografia: accenti, apostrofi, d eufoniche, ecc.
  • tempo dei verbi e concordanze
  • presenza/assenza di soggetti e verbi
  • aggettivi e avverbi inutili
  • ripetizioni
  • punteggiatura
  • maiuscole, minuscole, acronimi e sigle
  • anglicismi
  • parole antiquate, modi di dire frusti, metafore azzardate, anacoluti, slang
  • coesione dei contenuti e tenuta della struttura interna del testo
  • uniformità e coerenza dello stile
  • eliminare il superfluo.

N.B. Uno dei commenti all’articolo è altrettanto utile e ne riporto una buona parte per praticità e per ritrovarlo in futuro. Spero di non far torto a Testa e all’autore del commento. Se così fosse mi scuso e sono pronta a rimuoverlo.

L’utente Marcello42 ricorda le indicazioni fornite da Enzo Falzone e scrive:

… “Un testo si scrive UNA volta e si legge MOLTE volte. La maggior fatica che tu fai ora a scriverlo in modo comprensibile, chiaro ed univoco è compensata ampiamente dalla minor fatica che quelli che lo leggono dopo faranno per capirlo”…
Alcune semplici regole di buon senso per scrivere un testo che sia essenziale, univoco e comprensibile…
1 – Dal generale al particolare
2 – Frasi corte e semplici che portano UN solo messaggio. La frase è l’incarto, il messaggio è l’oggetto. Se l’incarto è troppo abbondante, nello scartare il pacchetto rischi di perderti l’oggetto
3 – Introduci ciò che stai per dire. Chi ascolta o legge deve sapere in anticipo in quale “scaffale della memoria” deve andare a mettere ciò che gli porgerai, altrimenti rischia di perderlo.
4 – Riassumi prima di cambiare soggetto o livello descrittivo. Serve a dare il tempo di rimettere in ordine le idee.
5 – Rileggi mille volte e ogni volta prova a togliere un capitolo, un periodo o una parola. Se il senso non cambia butta via quello che hai tolto: non serve…!
6 – Scrivi a parte i messaggi che volevi passare, in ordine di importanza. Quando pensi di aver finito il testo verifica che i messaggi siano stati passati chiaramente, univocamente, in un solo punto e con “spazio” proporzionale all’importanza. Altrimenti… ricomincia da capo.

          

12 mag 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

Facebook ha pubblicato una breve guida (in PDF 3,6 Mb) in inglese che indica le buone pratiche per fare marketing su Facebook.
Gli ho dato una velocissima occhiata: grafica pulita e piacevole, 14 pagine, 5 linee guida.

La notizia arriva da un tweet di Robin Good via ReadWriteWeb.

          

3 mag 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti
The Manifesto Manifesto

(via KimmoK)

Kimberly Mok ha scritto Il manifesto del Manifesto che ho trovato divertente e arguto. Ho buttato giù una traduzione approssimativa ed ho provato a scriverne uno seguendo lo stesso schema.

Avete suggerimenti o volete cimentarvi nell’impresa?

Come scrivere un Manifesto

Oggi, scriviamo un Manifesto.

Oggi, la nostra seconda frase inizia con la prima parola della prima frase.

Scriviamo una frase corta.

Poi una più corta

Poi una molto molto lunga, una che magari non ha molto senso ma immediatamente seguita da

Frasi.

Mono.

Parola.

Poi rendiamo ancora più chiaro il nostro pensiero

Con l’uso di frasi frammentate da proposizioni.

Con la ripetizione della prima preposizione.

Con l’iterazione per ben 3 volte.

E poi scriviamo un’altra frase molto lunga che crei emozione prima di arrivare al concetto chiave, riassumibile in una parola assolutamente priva di senso.

Kumquat.

Il mio tentativo di manifesto.

Oggi scriviamo la storia.
Oggi scriviamo la storia della molletta da bucato, la sua evoluzione, il suo futuro.
La molletta da bucato.
La molletta.
La molletta da bucato oggi è pronta per abbandonare i fili dello stendino e librarsi nel cielo per poi discendere verso terra e rovinare sul tettuccio dell’auto del vicino in cortile.
Povera
Auto
Rovinata
Ma non possiamo incolpare la molletta da bucato
Se desidera la libertà
Se non sa volare
Se sa solo cadere
La molletta da bucato asseconda il suo istinto: liberarsi dalla schiavitù di camicie e calzini, abbandonare i fili dello stendino, provare l’ebrezza della caduta liberatoria. Una volta almeno. Per poter dire
Unoduetreqrattro.

La segnalazione arriva via Cory Doctorow su BoingBoing e seguendo il filo dei link ho trovato uno testo simile di David Moser dal titolo This is the Title of the Story Which is Also Found Several Times in the Story Itself e un video del 1958 di Peter Sellers Political Party Speech, tutti legati in qualche modo.

Ora, se avete voglia, tocca a voi

          

26 apr 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti
  1. Rilassatevi – Relax
  2. Abbiate senso dell’umorismo – Have a sense of humor
  3. Trovate la vostra voce e usatela – Find your voice and use it
  4. Dite la verità – Tell the truth
  5. Non fatevi prendere dal panico – Don’t panic
  6. Divertitevi – Enjoy yourself
  7. Siate coraggiosi – Be brave
  8. Siate curiosi – Be curious
  9. Giocate di più – Play more
  10. Sognate sempre – Dream always
  11. Ascoltate – Listen up
  12. Chiacchierate – Rap on

Questa lista si intitola I 12 strepitosi passi del programma Cluetrain per avere successo negli affari su internet ovvero “The Cluetrain Hit-One-Outta-the-Park Twelve-Step Program for Internet Business Success” ed è un estratto dal sesto capitolo del Cluetrain Manifesto.

Il Cluetrain Manifesto nasce nel 1999 da Rick Levine, Christopher Locke, Doc Searls e David Weinberger prima come sito, poi come libro (disponibile online). Parla di nuovi mercati, del rapporto tra aziende e consumatori e soprattutto della forza che le persone acquisiscono nelle comunità virtuali.

Perché parlarne adesso? Perché in questi giorni sto preparando un corso, aggiornando le slide, rileggendo vecchi  libri, nuovi libri ed ho riletto le 95 tesi del Cluetrain Manifesto tradotte da Luisa Carrada. Le ho trovate straordinariamente attuali, più attuali ora di quando le lessi la prima volta più di 10 anni fa. Ora che i social network sono diventati così importanti, ora che le aziende vogliono o devono esserci.

Prendiamo la frase che introduce le 95 tesi: Non siamo spettatori, né occhi, né utenti finali, né consumatori. Siamo esseri umani e la nostra influenza va al di là della vostra capacità di presa. Cercate di capirlo. (“We are not seats or eyeballs or end users or consumers. We are human beings  – and our reach exceeds your grasp. Deal with it.”)

Mentre la 95esima tesi conclude così: Ci stiamo svegliano e ci stiamo linkando. Stiamo a guardare, ma non ad aspettare (“We are waking up and linking to each other. We are watching. But we are not waiting.”)

N.B. Oltre ai testi originali vale la pena di leggere la chiave di lettura suggerita da Wikipedia e l’articolo che Luisa Carrada scrisse all’epoca su Mestiere di Scrivere.

          

18 apr 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

Giacomo Mason e Paolo Artuso “La nuova comunicazione interna“, editore Franco Angeli, anno 2008

Per un anno l’ho sbocconcellato in base alle necessità del momento e finalmente questa settimana sono riuscita a leggerlo dall’inizio alla fine.
Giacomo Mason e Paolo Artuso fanno un ottimo, veramente un ottimo lavoro mettendo a nudo i difetti tipici della comunicazione interna e proponendo rimedi possibili.
Il libro si divide in due parti: la prima esamina le “malattie”, la seconda propone le “terapie”. Entrambe le sezioni sono esaustive e approfondite. Il tono è piacevole, ho sorriso spesso leggendo gli esempi proposti.
Volendo trovare un difetto a tutti i costi, posso dire che il linguaggio della prima parte è un po’ complesso, mi ha ricordato i testi universitari. Di per sé non è un male, ma è un peccato, perché lo rende meno divulgativo.
E’ un libro indispensabile che brilla per chiarezza, spessore e serietà.

          

7 apr 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

Morgan Spurlock, il regista di Super Size Me, parla del suo nuovo documentario The Greatest Movie Ever Sold. L’intervento di Spurlock tratta di posizionamento prodotti (product placement), marchi, marketing e pubblicità.

Un esempio brillante di come fare discorsi ed accompagnarli da presentazioni.

          

22 mar 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

Hans Rosling colpisce ancora e fa centro, centro pieno con un nuovo entusiasmante intervento ai TED Talks, filmato a dicembre 2010 e appena pubblicato.

L’evoluzione del mondo spiegata attraverso la statistica, utilizzando in modo attento  l’infografica, grazie all’incredibile capacità di  Rosling nel presentare i dati.

Questa volta l’argomento è la lavatrice, elettrodomestico in grado di rendere libera la donna.

          

22 feb 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

Il video di Alex Trimpe pubblicato su Vimeo The World Is Obsessed With Facebook, il mondo è ossessionato da Facebook, è un buon esempio di presentazione animata bene.

          

21 feb 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

BBC Four ha pubblicato su Youtube un video che parla di statistica, un video affascinante e coinvolgente.
Protagonista la storia, di 200 paesi nel mondo, in un periodo di 200 anni, per un durata di 4 minuti.
Presenta Hans Roslin, che è un grande divulgatore.
Grafico a bolle che mostra la correlazione tra variabili.

Su GapMinder potete vedere anche The Joy of Stats, un documentario di un’ora sulla bellezza della statistica. Imperdibile.

          

16 feb 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

Social Media Anne Helmond

Identik di Linkedin (via Gigya)

La vita frenetica del Social Media Manager (via SocialCast)

Social media: i legami che rafforzano le imprese (via SocialCast)

          

15 feb 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti
FullTable.com

(via ColumnFiveMedia and FullTable)

Column Five Media ha pubblicato alcune bellissime infografiche vintage tratte dalla rivista Fortune Magazine.

Nel sito FullTable ne trovate molte altre.

          

15 feb 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti
Luisa Carrada sul blog del Mestiere di Scrivere, pubblica il post 29 regole cristalline dove parla della nuova Guida alla redazione degli atti amministrativi (scaricabile in formato pdf) curata dall’Istituto di teorie e tecniche dell’informazione giuridica del CNR e dall’Accademia della Crusca.
          

14 feb 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

TechKing è un sito che contiene molte infografiche relativi all’informatica, eccone una serie:

          

10 feb 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

Erik Spiekermann – Putting Back the Face into Typeface from Gestalten on Vimeo.

Su FastCoDesign Erik Spiekermann (fondatore di Fontshop e MetaDesign) parla del processo di creazione dei font e sostanzialmente di design.

Illuminante!

          

10 feb 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti
Luca De Biase nel suo blog scrive un’articolo interessante: Citare gli altri definisce la propria identità.

Avete un animo divulgativo o no?

Sempre di De Biase da leggere anche Ecologia dell’attenzione e We are the Media (che fa riferimento al libro di Dan Gillmore e anche a questo post di Joho).

          

10 feb 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

La migliore è la mappa dei giornali nel mondo - newspapermap.com.

La più chiara è di Philip Niemeyer – Gli ultimi 10 anni in disegno Picturing the Past 10 Years dal New York Times.

La più bella visivamente è quella dei 20 anni di storie del New York Times – Wanted: Prints That Visualize 20 Years of New York Times Stories.

RandomNumberMultiplesJerThorpa

(www.fastcodesign.com - Jer Thorpa)

          

10 feb 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

Media surfaces: The Journey from Dentsu London on Vimeo.

FastCoDesign propone un articolo interessante, e 2 video, sul lavoro di Dentsu London e Berg London, due agenzie di comunicazione che cercano di ridefinire lo spazio dei media nella vita quotidiana. Una bella idea di augmented reality.

          

8 feb 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

          

8 feb 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

TED è un sito che riesce a far pensare, emozionare, ispirare.

I TED’s Talks sono brevi relazioni di persone intelligenti e veramente brave a comunicare

Alcuni esempi:

          

8 feb 2011 Categorie: Blog, Strumenti 0 Commenti

Facebook in Italia

Pasticciando e sperimentando su Twitter sono incappata sul blog di Vincenzo Cosenza Vincos.it, molto interessante e denso di informazioni utili.

Cosenza si occupa di social network ed ha la passione delle infografiche: